www.alcazone.com - il mio modellismo

Modellismo Fantasy


Toc Toc... non adesso.

Un mago, il suo laboratorio e tutti i suoi alambicchi!

Miniature: Rackham
Scala: 30mm
Colori: Vallejo - Tamiya
Note: Scenario autocostruito


Come ormai è noto, di maghi ce ne sono tanti.. e alcuni studiano ancora, tra pozioni, alambicchi e libri dove sono raccolti i più vecchi e potenti incantesimi.
Nasce da qui l'idea dell'ambientazione per questa bella miniatura di casa Rackham.

La miniatura ha subito lievi modifiche, la più significativa è stata la rimozione e successiva ricollocazione inclinata della testa. Per far questo ho tagliato all'altezza del collo (che brutto dire così anche se è una miniatura fa un certo effetto), la miniatura. Ho poi realizzato dei fori sia sotto la testa che sulla base del collo ed ho inserito un perno metallico piegato (tipo boomerang) così da poter posizionare la testa inclinata. Questo è stato necessario per dare l'idea che il mago, cerchi di scorgere davanti a se qualcosa.

Altre piccole modifiche sono state la rimozione del fumo dall'ampolla sulla pila di libri e l'aggiunta di una folta barba, che fa molto più mago. La fiammella della candela è saltata accidentalmente... e quindi ho preferito realizzare la candela spenta.

Per la realizzazione della pavimentazione ho realizzato un stampo dove ho colato del gesso ceramico, colorato con una base di marrone al momento della miscelazione (gesso+acqua+vinavil+colore) così da ottenere una base gia precolorata, particolare utile al momento dell'incisione del gesso così da evitare che affiori il bianco (accecante) del gesso.
Una volta colato il gesso, dopo 30 minuti ho estratto la lastra dallo stampo ed ho iniziato a lavorarla ancora fresca. In questo modo si ottiene un'incisione più delicata rispetto alla lavorazione a gesso perfettamente indurito.
Per incidere la semplice pavimentazione, composta di mattonelle quadrate, ho utilizzato un punteruolo metallico, ma si possono utilizzare una infinita varietà di utensili, purchè dalla punta fine e resistenti (aghi, fili metallici ecc).
La realizzazione della libreria è stata la parte più complessa di tutta l'opera.

Per realizzarla ho utilizzato del semplicissimo das. Ho realizzato la parete e poi, l'ho lavorata a fresco. Inizialmente è stata testurizzata tutta con l'utilizzo di un vecchio pennello a setole dure, passato dall'alto verso il basso così che creasse tutte le venature della libreria in legno.

Per la realizzazione dei libri ho dovuto realizzarmi uno strumento apposito, a misura di libro. La sua realizzazione è stata molto semplice. Un listello di legno (da modellismo navale) al quale ho assottigliato l'estremità.
Premendo con delicatezza ho realizzato i vani della libreria e successivamente i libri. Sembra difficile ma è piuttosto facile, premendo sul das fresco, la parte premuta tende ad incavarsi mentre quella ai lati tende a gonfiarsi, così facendo si sono create le "costole" dei libri.

I serpenti sugli sportelli della libreria sono stati realizzati con l'utilizzo di materia verde della GW (stucco bicomponente tipo "Duro" ma commercializzato con molti altri nomi).
Le pietre sono state scolpite con l'ausilio di attrezzi da scultura e ritesturizzate con lo spazzolino da denti.
La testa sopra la porta è un "cimiero" medievale, che rappresenta un collo di drago con testa di anatra.

I vari accessori presenti sulla scena sono stati tutti autocostruiti
I libri sono costutiti dalla copertina realizzata in plasticard e lamina di piombo (per i decori, chiusure ecc) e da pagine di vera carta. Il bastone del mago, appoggiato al tavolo è stato realizzato sempre con materia verde.
Per la realizzazione degli alambicchi ho utilizzato dello sprue trasparente, filato a caldo per imprimere le varie forme.
Per chi non sapesse cos'è lo sprue... è la parte che forma il telaio dei kit di montaggio in plastica.
Le pergamente sparse per terra sono stete realizzate con un foglio di carta arrotolato e successivamente colorato
Il tavolo è stato realizzato con un foglio di plasticard da 2 millimetri di spessore, con l'aggiunta di un profilato a sezione circolare, sempre in plasticard, per l'unione delle due gambe, mentre il secchio è un'accessorio da modellismo navale.
La lanterna sopra la libreria è stata realizzata con una "montatura" proveniente dal modellismo navale mentre la candela all'interno è stata realizzata con la solita materia verde.

Un divertente lavoro di modifica e di autocostruzione dello scenario.

Cliccando qui è possibile vedere le foto durante le varie fasi di lavorazione.

Ringrazio gli amici del club "Modellisti Aretini" per avermi fornito lo sprue trasparente ;)














torna alla sezione modellismo alcazone