www.alcazone.com - il mio modellismo

Modellismo Fantasy


Aggiornato al 1° Luglio 2001

Il Villaggio Fantasy

Inizio lavori 16 Febbraio 2001

"Realizzazione fabbricati e scenografia"

 

CASTELLO

Il castello

CASA

Casa alloggio

TORRE

Torre difensiva

DIORAMA

Particolari del diorama

Diorama Fantasy

Fabbricati e scenario: autocostuiti
Figurini: warhammer
Colori: Acrilici, ad olio, smalti e tempere.

 

Descrizione:
Finalmente, a metà febbraio iniziano i lavori di realizzazione dell'impegnativo diorama raffigurante un villaggio fantasy abitato da simpatici nani e minacciato dai cattivissimi orchi. Per il momento queste sono le prime foto delle realizzazioni, che comprendono il castello, la casa che probabilmente fungerà da "casa per gli alloggi" e la torre difensiva.

"Realizzazione fabbricati"
Dopo svariati disegni, schizzi e bozzetti, si può disegnare su cartoncino, l'esploso delle costruzioni comprendente oltre alle pareti perimetrali le aperture e le falde dei tetti. Successivamente si praticano le aperture e si inizia ad incollarvi i listelli per modellismo navale tagliati nelle giuste dimensioni. Una volta completate le facciate di tutto il necessaio si "chiude" il fabbricato. Per realizzare le tegole, possono essere utilizzate delle striscioline di cartoncino di circa 1cm tagliate nella parte a vista con un andamento "mosso" così da dare l'idea delle classiche tegole in lastre di ardesia o pietra. Le pareti possono essere ricoperte con vari materiali per simulare intonaco o altre texture. Nel caso dei fabbricati presenti sono state utilizzate le seguenti mescolanze:
- Vinavil allungato con acqua e mescolato con la "pasta per modellare" della ditta Amati
- Das lasciato liquefare in acqua per circa un mese, creando una poltiglia abbastanza fluida ma sempre consistente.

"Il Castello"
Il castello, l'edificio più importante e più "ricco" del villaggio. La particolarità della realizzazione sta nel fatto che al piano primo c'è un "tunnel" che collega la terrazza all'interno del villaggio con il retro ove prenderà posto una passerella con ponte levatoio per raggiungere il fianco della piccola cresta alle spalle del castello. L'interno del "tunnel" è stato arricchito con pavimenti in legno e pareti decorate in rosso con righe blu e oro. Su una parete si può notare una robusta porta che da accesso ad una delle stanze del castello mentre sulla parete opposta, meno visibile dalle foto, c'è l'apertura che conduce alle scale che collegano il primo piano al piano terra. Il soffitto è realizzato in con travetti.

"La Casa Alloggio"
la casa ho realizzato le tegole partendo da delle striscie di cartoncino di circa un centimetro d'altezza, tagliandole in maniera "mossa" così da rendere l'idea delle tipiche tegole in ardesia, che poi ho incollato una sull'altra. Su una facciata ho realizzato con del milliput una parete di pietra.
Per rendere l'effetto dell'intonaco ho utilizzato una mescolanza di vinavil, acqua e "pasta in polvere per modellare" della ditta amati. Durante l'indurimento ho lavorato le superfici creando crepe e scrostature più o meno pronunciate.

All'interno della torre sono stati realizzati dei pianerottoli, dove in uno trova posto anche un "cannone", ho realizzato una copertura piana (composta sempre da listelli), in cui successivamente monterò un'altro piano sorretto da 4 colonne su cui poggerà una "balestra".

La colorazione
Le costruzioni devono apparire vecchie e umide, in conseguenza a questo fatto, si possono notare molte crepe e di chiazze di umidità. La causa è l'ubicazione del villaggio a ridosso di una cascata con relativo fiumicello che ne protegge parte del perimetro, diciamo una sorta di fossato naturale, che però rende molto umido tutto l'ambiente circostante. Per rendere al meglio l'idea ho realizzato una colorazione molto chiazzata. Le crepe sono dovute sia alle intemperie del tempo sia agli attacchi degli orchi.

"Il terreno"
La base del diorama è costituita da un foglio di polistirolo di 3cm incollato su una base di compensato da 5mm. I rilievi sono realizzati con altri fogli di polistirolo tagliati a misura e ricoperti con das. Le varie testurizzazioni sono state realizzate con uno spazzolino da denti e una corteccia d'albero. Per quanto riguarda la strada per realizzare le pietre, dopo vari tentativi, ho realizzato una specie di stampo. L'idea di mia moglie si è rivelata, soddisfacente. Per realizzare lo stampo o utilizzato un tondino di legno dalla sezione di Ø5mm su cui ho inciso, mediante l'uso di un trapanino e una piccola fersa, tutti gli avvallamenti delle pietre. Una volta pronto lo "stampo" ho steso il das e usando lo stampo come se fosse un "mattarello" (quello che si usa per stendere la pasta della pizza), ho impresso sulla superfice le pietre in positivo. Il risultato è molto realistico.

Avanzamento lavori 1° Luglio 2001

"Colorazione edifici e scenografia"

 

CASTELLO

Vista d'insieme del castello

Particolare del fronte del castello

Retro del castello

Particolare del ponte levatoio

Particolare del ponte levatoio

PARTICOLARI

Particolare del tetto

Particolare del portone

Particolare della finestra

Particolare della strada

Particolare della cascata

VISTA D'INSIEME DEL VILLAGGIO

Vista del villaggio

Vista del villaggio

Descrizione avanzamento lavori:
All'alba di luglio i fabbricato anno definitivamente preso forma. Il Castello, che qui vediamo in foto, è praticamente finito, mancano l'argano sul tetto per il ponte levatoio, le finestre al piano terra e il parapetto alla terrazza sul fronte. La facciata è principale è stata testurizzata a buccia d'arancia e l'effetto è molto gradevole.
Sul retro ho finalmente realizzato il "ponte levatoio", solido e robusto funziona con un sistema di corde regolate da un argano posto sul tetto.
La copertura è particolarmente realistica, tinteggiata in tonalità blu con una leggera velatura di verde. Il portone, piccolo gioiello, ho deciso di lasciarlo color legno. E' realizzato con listelli di legno. Per realizzare le borchie sono stati utilizzati chiodini di ottone (quelli dorati) e per le due maniglie un piombino da pesca tagliato a metà. Le cerniere sono realizzate in cartoncino e poi incollate e colorate in argento, su base nera.
Particolarmente realismo suscitano la strada e le roccie della cascata. Entrambe realizzate in das, la strada con l'anzidetto "stampo" fatto in casa, mentre per le rocce ho usato un procedimento abbastanza semplice. Ho dapprima realizzato la zona rocciosa modellando grossolanamente del das, una volta completamente indurito, utilizzando un piccolo martello ed una lama quadrata come scalpello, ho inciso la superficie, rifinendo il tutto con carta vetrata molto fine.
Per la loro colorazione ho utilizzato le tempere, passando prima un'abbondante mano di fondo di nero, poi una volta asciutto ho proceduto schiarendo la tempera nera con del bianco e evidenziando le sporgenze. Terminato questo processo, ripetuto schiarendo sempre più il nero con del bianco, il risultato che ne è conseguito è molto realistico.
Per quanto riguarda la cascata, il procedimento è il seguente:
Realizzato l'andamento del terreno sottostante con il polistirolo, ho posato una sfoglia di das perchè prendesse la forma del terreno. Quando il tutto si è indurito o scalzato la sfoglia di das ed il risultato è stato quello di avere una base, perfettamende aderente all'andamento del terreno, su cui realizzare la cascata vera e propria. Preventivamente ho provveduto a sciogliere del das tenendolo in ammollo dentro ad un barattolo pieno d'acqua. Questa "poltiglia" è stata stesa sulla base della cascata e durante l'indurimento modellata con uno spillo montato su di un manico.
Per la colorazione ho iniziato stendendo una base di blu e nero a olio, dopodichè ho iniziato a passare del bianco, sempre ad olio alternandolo a mani di vernice lucida trasparente. Mancano ancora alcuni accorgimenti ma l'effetto è molto reale.
Per il terreno del villaggio, tutto realizzato in das e testurizzato con la solita "corteccia d'albero" e "spazzolino da denti" (si consiglia uno spazzolino nuovo, altrimenti quelli usati sanno di menta!!).
La colorazione, sempre a tempera, è decisamente marrone. Alcune parti verranno lasciate scoperte e perciò andranno rifinite e lumeggiate, mentre altre verranno ricoperte dalla vegetazione perciò è gia sufficiente la mano data come base.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altri aggiornamenti e tutto il dettaglio delle fasi di realizzazione verranno riportate durante l'avanzamento dei lavori.

torna a